Iscriviti

Ricevi in anteprima le nostre promozioni

automedicazione malattie dell'inverno

Il nostro Manuale di Automedicazione dei Bambini per le Malattie Invernali

L’inverno è la stagione delle indisposizioni, per ragioni non ancora chiarite del tutto ci ammaliamo più frequentemente che in altre stagioni. Molto probabilmente in questo aumento dell’incidenza concorrono fattori come lo stare per più ore in ambienti affollati resi molto caldi e umidi dai sistemi di riscaldamento e gli sbalzi di temperatura caldo (interno) - freddo (esterno) che provocano un mal funzionamento del sistema immunitario che ci protegge dagli attacchi esterni. Risultato? Raffreddore, febbre, tosse, mal di testa, dolori articolari, stanchezza, bronchiti e così via. Stiamo male, siamo costretti a casa e rischiamo di passare i nostri malesseri ai componenti la famiglia.

I bambini per la loro costituzione in divenire e per le loro abitudini di vita sono i più soggetti a queste malattie invernali e quindi occorre essere preparati all’azione per far sì che si rimettano in forze il prima possibile.

  • Cosa fare quando i nostri bambini si ammalano in inverno?
  • Quando bisogna agire per limitare i danni?
  • Per quanto tempo?
  • Devo sempre usare gli antibiotici?

Partiamo da questo ultimo punto, la risposta lo diciamo subito è NO. Gli antibiotici sono una delle più grandi invenzioni della storia della medicina, hanno permesso di rendere innocue molte malattie che prima del loro avvento causavano milioni di morti e hanno allungato di molto le aspettative di vita sia nell’uomo che negli animali.

Gli antibiotici, sono un’arma preziosa e come tale vanno usati con parsimonia. NON si può assolutamente usare l’antibiotico di propria iniziativa, NON si può pretendere che il farmacista al bancone ce lo dia senza ricetta, BISOGNA sempre chiedere aiuto al medico sul caso o no di utilizzarli. Questo perché:

1. Gli antibiotici sono efficaci solo sui batteri e non sui virus quindi in alcune malattie tipicamente invernali potrebbero non essere efficaci e il loro uso risulterebbe così inutile

2. Il medico è l’unica persona in grado di valutare se la malattia è di origine batterica o virale, può richiedere degli esami per accertarsene e poi decidere se è il caso o meno di usare un certo tipo di antibiotico in quella determinata situazione.

3. Se gli antibiotici vengono usati e sproposito ed in maniera esagerata si può arrivare al fenomeno della “Resistenza batterica agli antibiotici” vale a dire che compariranno sulla scena sempre più batteri che hanno imparato a sopravvivere agli antibiotici. Risultato? Le nostre armi così preziose diventeranno inutili e noi torneremo indietro all’epoca pre-antibiotici in cui si moriva anche per un semplice raffreddore. Questo fenomeno è purtroppo già in corso con diversi antibiotici che oramai sono inefficaci.

4. Cosa da non sottovalutare, gli antibiotici sono farmaci forti che hanno diversi effetti collaterali non piacevoli.

Quindi l’antibiotico va usato con attenzione sotto controllo medico.

Allora come fare?

Ai primi sintomi: naso che cola, mal di gola, febbre, mal di testa, tosse si può iniziare una terapia definiamola di automedicazione, tenete presente che in questa fase un farmacista al bancone o in chat può essere di aiuto. Se i sintomi scompaiono o diminuiscono dopo 2-3 giorni bene abbiamo risolto il problema senza dovere incorrere nell’uso dell’antibiotico. Se al terzo giorno i sintomi sono uguali o aumentati allora è il caso di ricorrere al medico per valutare l’uso di una terapia più dura.

Il segreto per aumentare il successo con la “automedicazione” è agire il prima possibile, non appena compaiono i primi sintomi. Inoltre, visto che le malattie invernali provocano anche uno scompenso energetico, si può favorire il completo recupero dei nostri ragazzi con bevande zuccherate (succhi di frutta, thè, latte zuccherato) oppure a degli integratori vitaminici adatti ai bambini.

Esistono numerosi composti in grado di aiutare a bloccare un male stagionale invernale e come nostra tradizione vi proponiamo qui vari approcci sia farmaceutici sia naturali sia omeopatici per accontentare tutti. Tenete presente che in molti casi i tre approcci possono essere incrociati in questo vi può essere sempre molto utile il vostro farmacista di fiducia o i nostri farmacisti a disposizione attraverso il sito, sul pannello chiedi al farmacista presente in ogni prodotto, tramite whatsapp e numero verde gratuito.

Indice dei prodotti

Automedicazione Farmaceutica Per Bambini Dai 3-10 Anni

Febbre - Raffreddore - Mal di Gola - Mal di testa - Tosse con muco (grassa) - Tosse stizzosa (secca)

Automedicazione con Prodotti Naturali per Bambini dai 3-10 anni

Febbre -Raffreddore - Mal di Gola - Mal di testa - Tosse (grassa e secca)

Automedicazione con Prodotti Omeopatici per Bambini dai 3-10 anni

Febbre - Raffreddore

N.B. molti dei prodotti suggeriti di seguito li potrai trovare sul nostro sito www.farmabimbi.com e/o prenotare telefonicamente.

Automedicazione Farmaceutica Per Bambini Dai 3-10 Anni

Farmaci di sintesi che da anni sono in grado di curare in maniera efficace i sintomi (non le cause) delle malattie invernali. Da usare con cautela visto gli effetti collaterali che possono avere.

Automedicazione con Prodotti Naturali per Bambini dai 3-10 anni

In questa categoria rientrano la maggior parte dei prodotti che possono essere dati a dei bimbi dai 3 ai 10 anni. Prodotti efficaci, che hanno la capacità di curare i sintomi e molte volte anche le cause delle malattie invernali e che hanno pochi effetti collaterali.

Automedicazione con Prodotti Omeopatici per Bambini dai 3-10 anni

L’approccio omeopatico da un lato ha il vantaggio di non avere effetti collaterali o tossicità alcuna e quindi si presta molto bene per la cura delle malattie invernali, dall’altro può essere un approccio non completamente efficace. A voi la scelta. Quello che possiamo suggerirvi anche in questo caso è di cercare l’aiuto di un omeopata o di un farmacista specializzato in omeopatia.